Leggere non è una attività innata nell'uomo. Per questo a volte risulta faticoso e deprimente per tanti nostri studenti: i testi consigliati appaiono distanti dalla realtà , il senso di quel compito lontano. Tuttavia leggere è un processo e come tale va insegnato .

Servono pratiche che avvicinino alla lettura con meno fatica, che guidino le scelte , che stimolino la comprensione profonda dei testi, che indaghino la realtà  emotiva degli studenti. “Insegnare a leggere è insegnare a pensare” l’attivazione del pensiero è anche corporea, e messa in moto dal respiro e dal movimento, predispone i ragazzi all'ascolto e alla accoglienza di altri punti di vista .

“A molti non piace leggere, ma a tutti piacciono le storie”: occorre trasformare le storie che vivono dentro i libri in esperienza. La possibilità di guardarsi allo specchio in panni diversi e vivere qualcosa di “altro”  da sé diventa bagaglio di vissuti, definendo nuovi orizzonti possibili. La cassetta  degli attrezzi dello studente lettore si riempirà di strategie e di percorsi . La costruzione di una personale “reading zone” diventerà una risorsa  durevole per tutto il corso della propria vita.

Cliccando sul taccuino qui sopra, si aprirà il file pdf da poter scaricare e stampare gratuitamente. E' esattamente il formato mandato in stampa, ma con una risoluzione più bassa.

Se non vuoi stampare le pagine bianche presenti nel taccuino per scrivere i propri appunti, fai attenzione quando invii la stampa.

Per chi non ha seguito il corso potrebbe non essere esaustivo, in caso consultare la bibliografia del corso presente alla fine del taccuino o scriverci. Buon lavoro 

© 2023 by CURTIS STONE. Proudly created with Wix.com