Dopo aver accolto la prima della performance finale dell'Open Theater di Savona, il progetto SPRAR di Finale Ligure (cooperativa Jobel) ha voluto fortemente attivare sul territorio una serie di attività di teatro sociale che promuovessero la coesione sociale. Così ad ottobre 2018 è partito un laboratorio teatrale con i ragazzi ospiti dello SPRAR ma anche di altri centri di accoglienza, il laboratorio è stato pensato come volano per un momento più grande: l'Open Theater Finale, spazio fratello dell'Open di Savona 

al via giovedì 24.01.2019.  Il laboratorio si svilupperà in parallelo a quello di Savona con la stessa dimensione di accoglienza , come luogo di incontro e conoscenza, libero e gratuito aperto a tutta la cittadinanza.

Sono previsti interventi nelle scuole e nella biblioteca 

e presso chiunque voglia accoglierci anche solo per una chiacchierata.

per info scriveteci!

ecco il comunicato stampa .... 

“ La comunità ci manca perché ci manca la sicurezza … ci sfugge costantemente di mano o continua a disintegrarsi … anziché mitigarsi, la nostra insicurezza aumenta di giorno in giorno … immersi come siamo in un mondo fatto di liberalizzazione, flessibilità, competitività ed endemica incertezza, ma dove ciascuno di noi consuma la propria ansia da solo , vivendola come un problema individuale”

                                                                                                                                                                           Bauman Z. Voglia di comunità, Laterza 2003

Partendo da questo presupposto, Giovedì 24 Gennaio 2019, apre il "sipario" il laboratorio di teatro sociale e di comunità, libero e gratuito, OPEN THEATER FINALE.

Il laboratorio, che si svolgerà tutti i giovedì dalle 18 alle 20 presso la sede della Croce Bianca di Finale Marina, curato dall'Associazione Culturale Teatro21 e promosso dal Progetto SPRAR di Finale Ligure, si rivolge a tutta la cittadinanza senza limiti di età.

Il lavoro sarà centrato sul tema della coesione sociale e indagherà grazie all'ausilio delle tecniche teatrali, sulla possibilità di incontrare l'altro chiunque esso sia, sulla capacità e possibilità di raccontarsi e raccontare in maniere diverse e in lingue diverse o anche senza parlare ... 

           

  “Le storie sono una sorta di collante sociale che unisce le persone intorno ai valori comuni. Sono le interazioni narrative che ci consentono di dar vita a quelle “pratiche di risonanza” e di reciprocità di cui abbiamo bisogno per vivere con benessere, o con minor malessere, il luogo che ci attende ogni mattino. Per generare un senso di appartenenza, alla piccola città, multiforme e multi narrativa che ogni comunità è.”

               

 D. Demetrio: “Desiderare ancora di essere noi”. Animazione sociale 2016

Sono previsti crediti scolastici per studenti e insegnanti e incontri di approfondimento su tematiche come il linguaggio non verbale, pedagogia interculturale e antropologia delle parole.

Sarà possibile anche richiedere interventi laboratoriali e incontri in istituti scolastici di ogni ordine e grado, attivabili gratuitamente contattando il progetto SPRAR di Finale Ligure.

 

“ le storie ci consentono di assegnare un senso e un valore al mondo, sia quello esteriore sia quello interiore … Poiché una storia, anche la più elementare, può aiutarci a trovare le risposte che cerchiamo … sono per noi come l’acqua per i pesci”

Gottschall J., L’istinto di Narrare. Come le storie ci hanno reso umani. Bollati Boringhieri, Torino 2014

© 2023 by CURTIS STONE. Proudly created with Wix.com